Link Sponsorizzati

sabato 12 gennaio 2013

Regole dungeons and dragons 3.5. Durata incantesimo e morte del mago

In questi giorni come qualcuno avrà notato non sto scrivendo sul blog. Questo è dovuto essenzialmente ad un tour de force per la preparazione di un esame dell'università. In aggiunta a questo sto lavorando ad un nuovo progetto che spero possa vedere la luce a giugno, ma mantengo il riservo fino a che non avrò qualcosa di più concreto.
Mi prendo ora una pausa dallo studio per rispondere ad un domanda che mi è arrivata dalla sezione contatti (è arrivata anche una richiesta di build, ma questa domanda è arrivata prima, presto però mi occuperò anche della build).
La domanda è la seguente:
Secondo le regole del D&D 3.5 se un incantesimo viene lanciato e dura 2 minuti e il mago o il chierico muoiono prima che espira la durata della stesso l'incantesimo finisce all'istante? se evoco un ragno con evoca creatura la sua ragnatela magica svanisce?
 In questa domanda si intrecciano alcune situazioni diverse che cercherò di dipanare.

Abbiamo un mago o un chierico che hanno lanciato con successo un incantesimo di durata D. Al tempo X il mago/chierico è morto con X: 0<X<D ( :) ). Cosa succede all'incantesimo in generale?
Cosa succede se l'incantesimo rappresenta una creatura evocata? Cosa succede se la creatura evocata a sua volta ha lanciato un incantesimo o un qualcosa di equivalente?

Come al solito il riferimento è la SRD 3.5 che qui trovate.

La durata dell'incantesimo indica per quanto perdura l'incantesimo dopo che è stato lanciato. Se il tempo è ben definito l'effetto dura per quel tempo (anche quando è variabile cioè lanciato segretamente), se invece è basato su concentrazione dura fino a che il mago è concentrato dopo di chè cessa. Questo ci evidenzia già che gli incantesimi che hanno come durata la concentrazione, terminano immediatamente alla morte del mago/chierico che lo ha lanciato.
Quindi dalla descrizione della durata non c'è alcuna indicazione della fine dell'incantesimo in caso di fine prematura dell'incantatore.
Le regole per la morte sono semplici, fino a che si è morente o morto, il personaggio non può compiere azioni. Questo non implica che un incantesimo fatto parlandone da vivo, termini.
Passiamo nello specifico a vedere cosa succede alle creature convocate.
La scuola deputata a fare questo tipo di incantesimi è quella dell'evocazione, in particolare Convocazione e richiamo. Andiamo ad esaminarne alcune nel dettaglio:
Evoca alleato naturale: Dura un round per livello e quindi non sparisce alla morte dell'incantatore. In generale però combatte come gli pare, a meno che l'incantatore non possa parlare con la creatura. Io normalmente lascio che sia il giocatore che l'ha evocata a far agire la creatura, anche se spetterebbe al master, intervenendo solo in caso di azioni troppo improbabili per la creatura. Anche in caso di morte, lascerei la creatura all'azione del personaggio visto che non ha un personaggio da giocare e potrebbe così interpretare anche l'effetto che la morte dell'evocatore ha sull'evocato. Da regolamento l'alleato dovrebbe invece essere gestito dal master. Tornando al discorso iniziale, questo alleato non sparisce con la morte del personaggio.
Lo stesso discorso vale per Evoca Mostri.
Evoca Sciame invece dura per quanto ci si concentra più due round. In questo caso, lo sciame persiste per due round dopo la morte dell'incantatore.
Animare i morti: in questo caso la durata è istantanea, ma i non morti rimangono sotto il controllo dell'incantatore a tempo indeterminato, solo che agiscono seguendo gli ordini che l'incantatore gli ha impartito a voce, per cui una volta morto l'incantatore, continueranno ad eseguire l'ultimo ordine per sempre (questo a meno che l'incantatore non risorga e poi gliene impartisca un altro).
Concludo con Alleato Planare la cui durata è istantanea ma occorre almeno un round per definire il contratto, per cui abbiamo che, a partire dal secondo round, la cretura rimane attiva fino al compimento della missione. Se ne va invece, se l'incantatore muore prima della fine del round successivo al lancio (non riuscendo a contrattare).

Ultima nota, in caso di Evocazione Mostri di un ragno mostruoso avremo che ha come attacco speciale raganatela che può utilizzare a prescindere dallo stare in vita del mago.

Con questo è tutto.

Nessun commento:

Posta un commento